Ortocheratologia e gestione della progressione miopica nei bambini (II parte)

/ / L'esperto risponde, Ortocheratologia Roma
progressione miopica nei bambini

Ortocheratologia e rallentamento della progressione miopica nei bambini: perché funziona

Nei miei articoli ho più volte ripetuto che la miopia è un importante problema di salute pubblica e che l’alta miopia, contestualmente ad altre cause, è uno dei principali fattori dell’insorgenza di patologie oculari, anche gravi. Al tempo stesso, ho più volte sottolineato i benefici delle lenti ortocheratologiche che, indossate dai pazienti durante la notte, modellano l’epitelio corneale e consentono di veder bene per tutto il giorno senza occhiali e senza lenti a contatto. Una delle più efficaci e recenti modalità suggerite oggi dai professionisti dell’eye care per rallentare la progressione miopica nei bambini.

L’efficacia del trattamento ortocheratologico è stata statisticamente dimostrata dai molti studi randomizzati e controllati che hanno evidenziato una riduzione dell’allungamento dell’occhio (lunghezza assiale) rispetto ai gruppi di controllo reclutati, generalmente composti da bambini appartenenti alla stessa fascia di età e interessati dallo stesso livello di miopia, portatori di occhiali da vista o lenti a contatto convenzionali.

Nella revisione sistematica da cui ho tratto interamente i contenuti di questo mio articolo (in bibliografia il riferimento integrale allo studio citato) gli autori hanno calcolato i cambiamenti relativi alle variazioni della lunghezza assiale degli occhi esaminati, rivelando una media ponderata -45.1%, in un periodo di follow-up di 2 anni, negli utilizzatori di lenti ortocheratologiche rispetto ai gruppi di controllo.

E se non si conosce l’esatto meccanismo mediante cui le lenti ortocheratologiche inibiscono i meccanismi inducenti la progressione miopica, la ricerca ha dimostrato che il tipico modellamento dell’epitelio corneale indotto dalle lenti ortho-k riduce il defocus ipermetropico periferico, aumentando, di contro, il defocus miopico periferico, responsabile probabilmente dell’inibizione degli stimoli inducenti l’allungamento assiale del bulbo oculare ed il conseguente aumento della miopia.

Ortocheratologia e rallentamento della progressione miopica nei bambini: sì, funziona

L’ortocheratologia è considerata uno dei metodi non farmacologici più efficaci per rallentare significativamente la progressione miopica nei bambini e continua ad essere uno dei trattamenti più validi per la gestione della miopia in tutto il mondo.

Per un’efficacia massima non bisogna, tuttavia, dimenticare che soltanto il rispetto del corretto protocollo di utilizzo e manutenzione delle lenti a contatto, insieme al rispetto del calendario delle visite di controllo (dall’oculista per gli aspetti patologici di sua esclusiva competenza e dall’optometrista per gli aspetti relativi alla corretta applicazione delle lenti) può ridurre, anche se non eliminare del tutto, il rischio di contrarre infezioni della superficie oculare.

Bibliografia: Li X, Friedman IB, Medow NB, Zhang C. Update on Orthokeratology in Managing Progressive Myopia in Children: Efficacy, Mechanisms, and Concerns. J Pediatr Ophthalmol Strabismus. 2017 May 1;54(3):142-148.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *